Precari…

Ho sempre simpatizzato, come molti, per la categoria dei precari in quanto sfruttati e deboli. Come succede solo in Italia, quando una categoria gode di qualche simpatia, succede che i peggiori personaggi vadano a nascondersi alla sua ombra. Come succede con la storia della legge contro il reintegro dei precari.

Innanzitutto: si tratta di una legge che vale solo come strumento per aggirare i concorsi. Che cosa si fa?

Semplice:

1. si fa fare ad un parente o ad un amico un periodo da precario per un ente pubblico.
2. Si commettono VOLONTARIAMENTE delle irregolarita’ contrattuali.
3. A quel punto, il nostro raccomandato SALTA i concorsi e fa un bel ricorso, grazie al quale viene assunto.

E puf, via la meritocrazia, puf via l’equita’, puf via qualsiasi cosa sia “di sinistra”. Semplice, lineare. Un modo per aggirare il blocco delle assunzioni, un modo per produrre voto di scambio.

Il meccanismo della raccomandazione entra in gioco al momento della scelta del precario, che e’ sempre una persona scelta non a caso tra i richiedenti, e al momento dell’ “errore” nella procedura.

Il ricorso per l’assunzione del precario, infatti, in Italia e’ sconosciuto nel privato. Non esiste. Non esiste proprio. Si tratta di un’usanza che esiste solo ed esclusivamente in enti/aziende ove ci sia la possibilita’ di indicare il precario da assumere con un contratto “irregolare”.

Cosa succederebbe se la legge tanto vituperata (sul reintegro dei “precari”) venisse bocciata dal parlamento?

Semplice: qualche decina di migliaia di benvotanti, che un tempo ebbero un contratto di tre mesi con le poste(1), vincerebbero una causa e verrebbero assunti. Da dipendenti delle Poste, smetterebbero immediatamente di lavorare ove hanno lavorato e pretenderebbero un posto “per titoli ed anzianita’”, assorbendo risorse in quantita’ spaventose.

Dopodiche’, le poste annuncerebbero INEVITABILMENTE un aumento dei prezzi del servizio, allo scopo di mantenere questi signori.

Cioe’, li manteniamo noi.

In pratica, la ragione del contendere NON e’ un “diritto”, per la semplice ragione che quel genere di vertenze c’e’ solo nelle aziende statali e parastatali.

La ragione del contendere e’ di caricare sul contribuente altre migliaia di PARASSITI. Tutto qui. Perche’ il sistema non e’ casuale, ma e’ premeditato: si fa entrare come precario un certo numero di “nomi” cari a qualcuno, e si produce volontariamente la condizione del ricorso.

Perche’ Berlusconi ha introdotto quella norma? Perche’ sa bene che si tratta di persone che sono state inserite nelle liste di raccomandati proprio dal partito avverso. E sa benissimo che lo sponsor nonche’ creatore di quel megaricorso e’ proprio il sindacato, cioe’ sa benissimo che tipo di “lavoratori” verrebbero assunti.

Ora, posso avere sul cazzo la faida partitica, ma sta di fatto che non ho nessuna voglia di mantenere un branco di fancazzisti privilegiati solo perche’ loro e le loro famiglie hanno votato il diessino che gli ha “promesso il posto”.

No. Non ci sto.

Se i signori sindacalisti e i signori diessini vogliono garantire lo stipendio a qualche migliaio di baciapile e di tesserati, sono pregati di farli assumere alla lega delle coop o a qualche centro servizi del sindacato(2).

Per UNA VOLTA che in questo paese si vede un governo che riduce i privilegi agli statali, per UNA VOLTA che vedo lo statale smettere di darsi malato PESCANDO SULL’ INPS DI TUTTI, PER UNA VOLTA che vedo un ministro che vuole riformare il pubblico impiego punendo quelle OSCENE manifestazioni di malcostume che danno la nausea proprio e specialmente mentre dei lavoratori precari non hanno futuro
non ho nessuna intenzione di appoggiare un branco di furbetti che decide di usare le raccomandazioni per farsi assumere.

Avanti cosi’. Per i veri precari non cambiera’ nulla. Per i furbetti del quartierino, probabilmente SI’.

Ed e’ quel che spero.

Uriel

(1) Il contratto era dichiaratamente un contratto a termine. Chi andava a lavorarci sapeva bene di essere li’ a termine. Guardacaso, un certo numero di benvotanti ha scoperto in seguito un “errore” nella procedura di assunzione a tempo determinato.

(2) Avrebbero una posizione piu’ che precaria. Nelle coop non ci sono dipendenti ma “soci lavoratori” chiamati al lavoro giorno per giorno, e nel sindacato sono ancora meno di questo.

Fonte: Wolfstep.cc

Annunci

3 Risposte to “Precari…”

  1. Dici: “Ora, posso avere sul cazzo la faida partitica, ma sta di fatto che non ho nessuna voglia di mantenere un branco di fancazzisti privilegiati solo perche’ loro e le loro famiglie hanno votato il diessino che gli ha “promesso il posto”.”

    Con quale diritto li chiami fancazzisti? Su quali basi? Credi davvero che la cosa possa influire sulle tue finanze? E in che misura?

  2. europanazione Says:

    L’articolo non l’ho scritto io, come puoi ben vedere ne cito la fonte. In ogni caso, poiché condivido in toto quanto pubblicato, ti posso rispondere che:
    a) conosco qualcuno dei suddetti, e dire “fancazzisti” è poco. Suppongo ce ne siano parecchi in giro. La statistica mi da ragione.
    b) so, da fonte “interessata”, che il sistema degli errori nella formulazione dei contratti è stato un metodo conosciuto e risaputo, che è stato sfruttato da molte persone. Non a caso adesso sono tutti a rivendicare un’assunzione per “diritto”, che in realtà non hanno mai avuto, in quanto il contratto parlava chiaramente di lavoro stagionale.
    c) credo che la cosa possa influire sul funzionamento di un’azienda monopolistica, che si rifarà sugli utilizzatori dei loro servizi.
    d) visto che mi levano solo 100 Euro l’anno, dovrei turarmi il naso e accettare di buon grado un numero esorbitante di esuberi, cumpà avemu a campà, tengo famiglia? no grazie, mettetevi in graduatoria, quando vi chiamano fate bene il vostro lavoro e vedrete che i vostri sacrifici saranno premiati, come saranno premiati i miei

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: